Fratture pelviche

Aggiornato il: apr 14

APRILE 1985. Questo è il primo caso di frattura pelvica instabile da me operato. Si tratta, a mia conoscenza, del primo caso operato in Italia di osteosintesi del sacro mediante la tecnica dell’avvitamento ileosacrale. Il paziente aveva 21 anni. In seguito ad incidente della strada riportava la frattura dell’anello pelvico associata alla frattura della diafisi femorale sin. Alla distasi della sinfisi pubica era associata una frattura verticale instabile del sacro che decorreva lungo i forami sacrali, come visibile nella immagine a dx.


Il paziente veniva inizialmente trattato con le risorse dell’epoca.

Appeso all’amaca.

Superate diverse complicazioni e giunto alla nostra osservazione, siamo prontamente intervenuti per stabilizzare le fratture.


Risultato della stabilizzazione della frattura sacrale, mediante l’applicazione di viti ileo sacrali e placca della sinfisi pubica.


Risultato radiografico dopo 35 anni dall’intervento e dalla rimozione delle viti ileosacrali e dell’infibulo femorale.

Il paziente svolge un’attività lavorativa in stazione eretta senza problemi.


TAC trimidensionale eseguita dopo 35 anni. Si noti come ci sia stata la fusione dell’ala sacrale con la trasversa di L5 (freccia).